STORIA

La Legio Mariae nasce a Dublino, in Irlanda, per iniziativa di una quindicina di persone che, sotto la guida di Frank Duff – giovane funzionario del Ministero della finanze –, danno vita a una nuova forma di apostolato iniziando a visitare a due a due, sull’esempio degli apostoli,  gli ammalati e i più bisognosi. I tratti che sin dal principio caratterizzano l’associazione sono la preghiera in comune, il lavoro apostolico e la riunione settimanale alla quale hanno il dovere di partecipare tutti i membri. Nel corso della sua storia, la Legio Mariae ha sempre goduto di benevolenza e sostegno presso le autorità ecclesiastiche delle diocesi nelle quali si è sviluppata.

 

IDENTITÀ

Radicata nella spiritualità mariana e nell’affidamento allo Spirito Santo, la vita della Legio Mariae si basa sulla fede nell’azione congiunta dello Spirito e della Vergine nell’opera della Redenzione e della diffusione del regno di Dio nel mondo. Obiettivi prioritari dell’associazione sono la santificazione dei propri membri e la loro partecipazione alla missione evangelizzatrice mediante l’apostolato diretto, specialmente tra coloro che sono lontani dalla Chiesa; le visite a domicilio agli ammalati, ai carcerati, alle famiglie bisognose; l’insegnamento del catechismo nelle parrocchie; la formazione dei giovani; l’alfabetizzazione degli immigrati; il sostegno negli ambienti della tossicodipendenza e della prostituzione; la celebrazione della liturgia della Parola e l’organizzazione di incontri di preghiera nei luoghi sprovvisti di sacerdoti. Oltreché alle riunioni settimanali di formazione, i membri – incoraggiati a consacrarsi a Maria secondo la spiritualità di san Luigi Maria di Monfort – partecipano a ritiri spirituali annuali e si impegnano a recitare quotidianamente la “Catena Legionis”, preghiera alla Vergine che costituisce il loro vincolo di unione.